Regione Toscana

Piano Strutturale Intercomunale

Ultima modifica 16 settembre 2019

Il Piano Strutturale Intercomunale (PSI) è uno strumento di pianificazione del territorio previsto dalla legge regionale toscana n. 65 del 10 novembre 2014, attraverso il quale due o più comuni contermini rientranti nel medesimo ambito sovracomunale definiscono principi e strategie per la salvaguardia, lo sviluppo e la valorizzazione delle risorse presenti sui propri territori.

il PSI dei Comuni di Cascina e Pisa

l comuni di Pisa e di Cascina hanno scelto di associarsi nell’esercizio della pianificazione territoriale mediante la stipula di specifica  convenzione secondo la quale il costituendo piano persegue le seguenti finalità:

  • promuovere azioni di programmazione e pianificazione coerenti con le finalità della L.R.
    n°65/2014 e del piano paesaggistico regionale, per lo sviluppo del territorio di ambito sovracomunale in termini di sostenibilità ambientale, infrastrutturale e socio economica;

 

  • coordinare gli interventi urbanistici rispetto alle funzioni residenziali, commerciali, produttive turistiche e culturali, promuovendo forme di perequazione territoriale capaci di assicurare ricadute positive in termini di sostenibilità ambientali ed economiche;

 

  • valorizzare il territorio rurale e quello a prevalente carattere di naturalità tutelando i livelli di biodiversità esistenti e limitando l'ulteriore consumo di suolo;

 

  • tutelare e valorizzare le risorse paesaggistiche presenti sui territori dei due comuni provvedendo al contempo al recupero e al la riqualificazione delle parti compromesse o degradate al fine di conseguire una qualità diffusa;

 

  • rispondere alle esigenze emergenti dal territorio nella consapevolezza che le dinamiche insediative e soci- economiche superano i confini amministrativi dei comuni e che una pianificazione coordinata può meglio rispondere ai bisogni delle comunità interessate.

 

Ai sensi dell’art. 23 della legge regionale toscana n. 65 del 10 novembre 2014 il comune di Pisa, quale ente responsabile dell’esercizio associato, ha dato AVVIO AL PROCEDIMENTO del PIANO STRUTTURALE INTERCOMUNALE mediante la Delibera del Consiglio Comunale n. 36 del 29/09/2019.

L’atto di avvio del procedimento, primo atto per la formazione dello strumento,  è redatto in conformità con l’art. 17 della L.R. 65/2014, ne assume e ne sviluppa i contenuti e ne determina gli effetti ai fini delle seguenti procedure:

  • procedura relativa alla formazione dello strumento urbanistico intercomunale ai sensi degli articoli 92 e 94 della L.R. n.65/2014;
  • procedura relativa alla conformazione dello strumento ai contenuti e alle previsioni del PIT con valenza di Piano Paesaggistico Regionale di cui all’art 21 della L.R.n°65/2014, secondo le procedure stabilite dall’accordo sottoscritto da Regione Toscana e MIBACT il 17 maggio 2018;
  • procedura relativa alla Valutazione Ambientale Strategica secondo quanto disposto all’art. 14 della L.R.n°65/2014 e dalla L.Rn°10/2010 “Norme in materia di valutazione ambientale strategica “VAS”, di valutazionedi impatto ambientale “VIA” e di valutazione di incidenza”;
  • procedura relativa alla Valutazione di Incidenza Ecologica di cui all’art. 87 della L.R.n°30/2015 “Norme per la conservazione e la valorizzazione del patrimonio naturalisticoambientale regionale. Modifiche alla L.R.n°24/1994, alla L.R.n°65/1997, alla L.R.n°24/2000 ed alla L.R.n°10/2010”

Documenti costituenti l’avvio del procedimento :

 

In data 11/09/2019 è stata data comunicazione dell’avvio del procedimento per la formazione del PSI per la:

  • Richiesta di apporti e contributi tecnici ai sensi dell’art. 17 della L.R. n° 65/2014.
  • Richiesta di contributi per la fase preliminare di VAS art. 23 L.R. n° 10/2010