Regione Toscana

Carta di identità Elettronica

Ultima modifica 10 settembre 2019

COSA

La CARTA DI IDENTITA' ELETTRONICA, più brevemente CIE, è l’evoluzione del documento di identità in versione cartacea ed assolve alla funzione principale di identificare la persona.

La CIE ha le dimensioni di una carta di credito e, come si legge sul sito del Ministero, sezione dedicata, è caratterizzata da

  • Un supporto in policarbonato personalizzato mediante la tecnica del laser engraving con la foto e i dati del cittadino e corredato da elementi di sicurezza quali ad es. ologrammi, sfondi di sicurezza, micro scritture, guilloches;
  • Un microprocessore a radio frequenza che costituisce una componente elettronica di protezione dei dati anagrafici, della foto e delle impronte del titolare da contraffazione, oltre che costituire  uno strumento predisposto per consentire l’autenticazione in rete da parte del cittadino, finalizzata alla fruizione dei servizi erogati dalle PP.AA.;
  • La carta è contrassegnata da un numero seriale stampato sul fronte in alto a destra.

CHI

Possono richiederla tutti i cittadini residenti nel Comune di Cascina, indipendentemente dall'età o dalla cittadinanza.

Nel caso di impossibilità del cittadino a presentarsi allo sportello del Comune a causa di malattia grave o altre motivazioni (reclusione, appartenenza ad ordini di clausura, ecc.), un suo delegato (ad es. un familiare) deve recarsi presso il Comune con la documentazione attestante l’impossibilità a presentarsi presso lo sportello. Il delegato dovrà fornire la carta di identità del titolare o altro suo documento di riconoscimento, la sua foto e il luogo dove spedire la CIE. Effettuato il pagamento, concorderà con l’operatore comunale un appuntamento presso il domicilio del titolare, per il completamento della procedura.

In caso di NON RESIDENTI la carta di identità può essere rilasciata in casi d'urgenza,  ma soltanto previa acquisizione d'ufficio del NULLA OSTA AL RILASCIO da parte del Comune di provenienza, pertanto i tempi di rilascio non sono immediati.

VALIDITA'

La validità della Carta di identità elettronica  varia secondo le fasce d’età di appartenenza:

  • 3 anni per i minori di età inferiore a 3 anni;
  • 5 anni per i minori di età compresa tra i 3 e i 18 anni;
  • 10 anni per i maggiorenni.

MINORENNI

E' sempre necessaria la presenza del minore. Per il minore è necessario l'assenso di entrambi i  genitori per la validità per l'espatrio. Può anche presentarsi un solo genitore se ha il modulo d'assenso  all'espatrio compilato e firmato dal genitore assente, corredato da fotocopia del documento di identità.
I minori NON cittadini italiani invece possono presentarsi accompagnati da un solo genitore in quanto la carta di identità viene rilasciata NON valida per l'espatrio in base alla normativa.

COSA FARE PER OTTENERE LA CIE

1. Prendere appuntamento: per evitare tempi di attesa, il servizio di richiesta del rilascio della CIE viene svolto su appuntamento. Per prendere appuntamento, seguire una delle seguenti modalità:

  • Telefonare al numero verde 800 017728 attivato dal Comune di Cascina
  • Direttamente all'Ufficio Urp del Comune di Cascina,Via Palestro n. 2,  nell'orario di apertura: da lun a ven ore 8:30-13:30 e mart e giov anche dalle 15:00 alle 18:00;(l'orario potrebbe subire variazioni, verificare sempre prima di accedere ai servizi)
  • ON LINE collegandosi al sito del Comune di Cascina.

2. Richiedere il rilascio della CIE: nel giorno e ora definiti con l'appuntamento presentarsi presso l'UFFICIO ANAGRAFE del Comune di Cascina, Viale Comaschi n. 116. L'appuntamento sarà fissato all'interno dell'orario di apertura:
Lunedi-Mercoledi-Giovedi e Venerdi dalle ore 8:30 alle ore 12:30
Martedi e Giovedi dalle ore 15:00 alle ore 17:00 -  Martedi mattina chiuso- Si consiglia di consultare il sito per verificare  eventuali variazioni di orario ad esempio in occasione del Patrono e festività,  o nel periodo estivo.

ATTENZIONE VARIAZIONE ORARIO DI APERTURA: DAL 23/09/2019 ALL'11/10/2019 APERTI DAL LUN AL VEN DALLE 8:30 ALLE 12:30

3. La consegna della CIE: la carta CIE non viene immediatamente erogata allo sportello Ufficio Anagrafe (come avveniva per la Carta cartacea), bensì spedita a casa del richiedente o all'indirizzo indicato, se diverso, a cura del Ministero. Una persona delegata potrà provvedere al ritiro del documento, all'indirizzo indicato al momento del rilascio, purché le sue generalità siano state fornite all’operatore comunale al momento della richiesta

ATTENZIONE: per  il rilascio della Carta di identità senza appuntamento recarsi allo sportello e ritirate il ticket. I ticket vengono erogati fino ad esaurimento dei posti disponibili.

COSA OCCORRE:

  • n. 1 fototessera, in formato cartaceo o elettronico. In quest'ultimo caso su un supporto USB. La fototessera dovrà essere dello stesso tipo di quelle utilizzate per il passaporto. Le indicazioni su come effettuare correttamente la foto sono disponibili nella sezione del sito del Ministero cartaidentita.interno.gov.it oppure cnsultare la presente guida “Come devono essere le Foto"
  • All’atto della richiesta, munirsi di codice fiscale o tessera sanitaria al fine di velocizzare le attività di registrazione

Come si svolge la pratica di richiesta:
Il cittadino, nel momento della domanda:

  • In caso di primo rilascio esibisce all’operatore Comunale un altro documento di identità in corso di validità. Se non ne è in possesso dovrà presentarsi al Comune accompagnato da due testimoni
  • In caso di rinnovo o deterioramento del vecchio documento consegna quest’ultimo all’operatore comunale
  • Consegna all’operatore comunale il codice fiscale
  • Indica la modalità di ritiro del documento
  • Fornisce la fotografia
  • Procede con l’operatore comunale all’acquisizione delle impronte digitali
  • Fornisce, se lo desidera, il consenso ovvero il diniego alla donazione degli organi nell'ambito del Progetto deniminato "Una SCELTA in COMUNE"
  • Firma il modulo di riepilogo procedendo altresì alla verifica finale sui dati

COSTI
Per avviare la pratica di rilascio della Carta di identità elettronica bisognerà versare, direttamente allo sportello:

  • la somma di € 22,21 comprensiva dei diritti fissi e di segreteria, in caso di primo rilascio o rinnovo per scadenza naturale;
  • la somma di € 27,37 in caso di duplicato, smarrimento, deterioramento, furto

In caso di smarrimento o furto della CIE, il cittadino è tenuto:
1. a sporgere regolare denuncia presso le forze dell’ordine;
2. successivamente potrà richiedere l’interdizione del suo documento- il blocco della propria CIE CONTATTANDO il numero attivato dal Ministero  800263388 fornendo i seguenti dati:

  • Nome
  • Cognome
  • Codice fiscale
  • Numero della CIE se disponibile
  • Estremi della denuncia presentata alle forze dell’ordine

Il Ministero comunica che il servizio è attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 8:00 alle ore 18:00 e il sabato dalle ore 8:00 alle 14:00.
Il servizio è valido solo per la nuova CIE. Nel caso in cui il cittadino sia in possesso di una vecchia CIE la procedura d’interdizione resta inalterata: bisogna recarsi presso il comune di rilascio dopo aver sporto denuncia presso le forze dell’ordine.
Quindi potrà richiedere il rinnovo della CIE sempre presso il proprio Comune di residenza o dimora.  Per maggiori chiarimento rivolgersi all'Ufficio anagrafe che fornirà il necessario supporto ai contatti telefonici, mail e indirizzo indicati a fianco della presente pagina.

Per maggiori chiarimento rivolgersi all'Ufficio anagrafe che fornirà il necessario supporto. Maggiori informazioni sulla CIE sono reperibili sul sito del Ministero.

CARTA IDENTITA' CARTACEA

Con Circolare della Prefettura n. 31121 del 18 luglio 2019 è stato chiarito che:-la ricevuta che viene rilasciata in fase di richiesta CIE costituisce documento di riconoscimento;-  si può procedere al rilascio della carta di identità nel "vecchio" formato di carta cartacea SOLTANTO in caso di gravi e comprovati motivi di viaggio.

L'autenticità della ricevuta che viene rilasciata in occasione della richiesta di CIE può essere verificata mediante l'utilizzo di uno smartphone (android o Apple IOs) attraverso l'installazione dell'applicarive Ve.DO, sviluppato dal Poligrafico e Zecca dello Stato Italiano e fornito gratuitamente.Infatti ad ogni ricevuta è associato un codice QR che verifica l'autenticità.

 

 

BROCHURE ... SALTA LA FILA ...

COMUNICATO 2019:

Il Comune di Cascina, ai fini di migliorare i servizi demografici per i cittadini e, in particolare quelli erogati dall’ufficio anagrafe, comunica che è in via di programmazione la digitalizzazione di molti dei servizi per i quali oggi è richiesta la presenza fisica del cittadino. Nel frattempo già oggi esiste la possibilità di prenotare l’appuntamento attraverso la compilazione di un modulo on line ed evitare il rischio di attendere a lungo agli sportelli.

Le code allo sportello anagrafe che si sono create in questi giorni  DI AGOSTO-SETTEMBRE 2019 sono state principalmente dovute alle molteplici richieste di rinnovo delle carte di identità. Si coglie l’occasione per ricordare che la carta di identità elettronica è un documento di riconoscimento che consente di identificare il titolare tanto sul territorio nazionale quanto negli Stati della Comunità europea e negli Stati con i quali vigono particolari accordi internazionali.

La Carta di identità elettronica sostituisce la carta di identità cartacea che non potrà più essere rilasciata salvo i casi di "reale e documentata urgenza" previsti dalle norme.

La procedura allo sportello per il rilascio delle carta di identità elettronica richiede tempi più lunghi rispetto a quella per l’emissione della cartacea e quindi è necessario, per velocizzare i tempi di attesa, prendere per tempo un appuntamento. Il rinnovo del documento può essere fatto fino a sei mesi prima del giorno della scadenza.

E' possibile prendere un appuntamento telefonando al numero verde 800.01.77.28 digitando "1” o tramite il sito istituzionale www.comune.cascina.pi.it: nella parte bassa della home page cercare il link “Prenotazioni carta di identità”.

In caso di comprovate situazione di emergenza, quali viaggi con partenze nei prossimi 10 giorni, visite mediche o ricoveri, partecipazioni a concorsi, smarrimento o furto della carta che impediscano al cittadino di prendere l’appuntamento, i cittadini sono invitati a segnalare agli operatori la situazione e a ritirare il ticket all’erogatore (lettera A).

Nel caso in cui le richieste fossero eccessive rispetto alla capacità di erogazione del servizio, tenuto conto degli appuntamenti in agenda, i ticket potrebbero esaurirsi prima dell’orario di apertura.

I cittadini sono comunque inviatati a segnalare i casi di reale emergenza al personale in servizio, che cercherà di accogliere le richieste più ugenti.