ANTICORRUZIONE - Approvato il piano triennale

Visite: 514

La Giunta comunale di Cascina ha approvato, nella seduta dello scorso 31 gennaio 2018, il Piano triennale di prevenzione della corruzione e della trasparenza 2018-2020. Si tratta di strumento previsto dalla normativa anticorruzione e la cui redazione è stata condotta seguendo le linee guida della Autorità Nazionale Anti Corruzione (Anac). Il Comune di Cascina ha pienamente rispettato i tempi di approvazione del piano stabiliti dalla stessa Anac.

Il piano prende in esame il complesso delle attività gestite dal Comune ed evidenzia le azioni e le misure di prevenzione e contrasto dell’illegalità che sono già in atto e che sono da proseguire o implementare. Ecco perché sono state mappate tutte le principali attività svolte dall'ente e, per ciascuna di esse, valutato il cosiddetto “rischio corruzione”.

 

Il passo successivo del piano è stata l'individuazione delle misure di contrasto al rischio corruzione che l'Amministrazione comunale metterà in atto, tra cui: formazione specifica in tema di anti corruzione per i dipendenti, maggiore attenzione al rispetto del codice di comportamento dei dipendenti pubblici, ai casi di inconferibilità e incompatibilità degli incarichi, rotazione programmata e sostituzione del personale in caso di avvio di procedimenti penali, tutela del dipendente che effettua segnalazioni di illecito (con l'attivazione di un apposito programma informatico), sottoscrizione di un protocollo con la Prefettura di Pisa per la legalità negli appalti.

 

Tutte misure che si vanno ad aggiungere a quelle già previste dalla legge per contrastare i casi di corruzione, come per esempio, l'obbligo di astensione nei casi di conflitto di interesse e il rispetto dei termini procedimentali.

 

Altre misure sono previste per incrementare la trasparenza dell'ente attraverso l'accesso civico ad atti, documenti e dati posseduti dall'Amministrazione. Come si legge nel piano “l’amministrazione ritiene che la trasparenza dell’azione amministrativa sia la misura principale per contrastare i fenomeni corruttivi”.

 

Ultimo aggiornamento: 2 febbraio 2018

Categoria
News